Ricerca:

 
 
 
   

 

 

su GeoExpo

Geologia

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26

 
 


 



   



















 

 DF5068
   
       Geofisica applicata all'archeologia e ai beni monumentali
Giovanni Leucci 

Anno: 2015
Pagine: 368
Formato 17x24
ISBN 9788857905068

Indice e abstract

 
Euro 48,00
 
- 15%
Euro 40,80
 

 
 
Disponibilità: Sconto 15% + spese gratis
 

  1. Principi fondamentali del metodo microgravimetrico e magnetico
  2. Principi base dei metodi: elettromagnetici, induttivi, impulsivi, geoelettrici, sismici
  3. Metodo sismico a rifrazione e a riflessione
  4. Esempi di applicazione dei metodi geofisici

Un’opera che tratta in maniera completa l'individuazione e la salvaguardia dei beni archeologici mediante i metodi non invasivi della geofisica. Nell’archeologia, l’applicazione dei metodi geofisici consente di ottenere informazioni sulla presenza di strutture sepolte e contribuisce alla progettazione di un intervento di scavo archeologico. Nella prima parte del testo vengono quindi sviluppati e giustificati i concetti teorici legati ai diversi metodi geofisici mentre nella seconda parte una guida pratica fornisce esempi di applicazione dei metodi geofisici stessi.

Nell’ambito della ricerca archeologica e del restauro dei beni monumentali le tecniche di indagine geofisica hanno assunto un’importanza ormai ampiamente riconosciuta. La possibilità di comprendere l’estensione del deposito archeologico o lo stato di conservazione dei manufatti senza ricorrere a un intervento distruttivo risulta di estrema utilità per individuare emergenze sconosciute o presunte, per meglio comprendere un sito e per indirizzare in modo mirato le operazioni di scavo o di restauro.

Lo scopo di questo volume sulla Geofisica applicata all'archeologia e ai beni monumentali è quello di fornire una introduzione generale ai più importanti metodi di esplorazione geofisica. Vengono descritti i principi fisici, le procedure di campagna e le tecniche di elaborazione e interpretazione, nonché i metodi più comunemente utilizzati nella ricerca archeologica e nella conservazione dei beni monumentali (gravimetrico, magnetico, elettrico, elettromagnetico e sismico).

Un’ampia sezione è dedicata all’applicazione di tali tecniche. Il lettore viene guidato alla scelta del metodo geofisico più adatto al tipo di problema che gli si pone e al tipo di acquisizione ed elaborazione dei dati più adatta ad ottenere il migliore risultato possibile.

Il testo Geofisica applicata all'archeologia e ai beni monumentali costituisce una valida guida sia per coloro che si approcciano per la prima volta alla geofisica sia per gli specialisti che desiderano incrementare le proprie conoscenze in questa disciplina.

Indice

 

1. Principi fondamentali del metodo microgravimetrico

1.1. Introduzione

1.2. La forza di gravità

1.3. Il geoide e l’ellissoide di riferimento

1.4. La gravità normale

1.5. L’anomalia di Bouguer

1.6. Campo di regionalità

1.7. Il gradiente verticale di gravità

1.8. Incertezze connesse all’esecuzione di un profilo gravimetrico: analisi dei possibili errori di misura

2. Principi fondamentali del metodo magnetico

2.1. Introduzione

2.2. Magnetizzazione indotta

2.3. Magnetizzazione termica rimanente

2.4. Meccanismi di magnetizzazione delle rocce a temperatura ambiente

2.5. Magnetismo delle strutture archeologiche

2.5.1. Magnetismo delle strutture archeologiche in roccia

2.6. Principi di base

2.7. Il campo magnetico terrestre

2.8. Variazioni del campo magnetico terrestre

2.9. Paleomagnetismo

2.10. Anomalia magnetica

2.11. Modalità esecutive

2.12. Fattori che influenzano la prospezione magnetica

2.13. Fattori che influenzano la qualità del dato

2.14. Strumenti per la prospezione magnetica: il magnetometro ad effetto Overhauser

2.15. La configurazione gradiometrica

2.16. Profondità dell’anomalia

3. Principi di base e tipologie d’indagine dei metodi elettromagnetici induttivi

3.1. Introduzione

3.2. Principi del metodo

3.3. Profondità di penetrazione

3.4. Metodi di interpretazione

3.5. Tipologie di prospezione elettromagnetica

3.6. Sistemi a sorgente mobile

3.7. Risoluzione e principali impieghi

4. Principi di base dei metodi elettromagnetici impulsivi

4.1. Introduzione

4.2. Principi generali del metodo elettromagnetico impulsivo

4.3. Propagazione, riflessione e rifrazione delle onde elettromagnetiche in un mezzo

4.4. Parametri fisici che influenzano la propagazione delle onde elettromagnetiche nel sottosuolo

4.5. Profondità di penetrazione e risoluzione

4.6. Propagazione dell’energia elettromagnetica

4.7. Attenuazione del segnale elettromagnetico

4.8. Misure di velocità di propagazione dell’onda elettromagnetica

5. Principi di base dei metodi geoelettrici

5.1. Introduzione

5.2. Proprietà elettriche delle rocce

5.3. Metodo della resistività

5.4. Concetto di resistività apparente

5.5. Dispositivi elettrodici quadripolari

5.6. Tecniche di misura: profili e sondaggi verticali

5.7. Dispositivi multielettrodici e tecniche di misura

5.8. Concetto di pseudosezione

5.9. La profondità di investigazione

5.10. Copertura orizzontale e risoluzione

5.11. Effetti della topografia

5.12. Confronto tra i vari dispositivi elettrodici

5.13. Dispositivi elettrodici nei rilievi 3D

5.14. Importanza delle prospezioni geoelettriche multielettrodiche

5.15. Il metodo della polarizzazione indotta

5.16. Origine del fenomeno

5.16.1. Polarizzazione di membrana

5.16.2. Polarizzazione di elettrodo

5.17. Misure di polarizzazione indotta (IP)

5.18. Importanza delle prospezioni di resistività e di polarizzazione indotta

6. Principi di base dei metodi sismici

6.1. Introduzione

6.2. Cenni sulla teoria dell’elasticità – stress e deformazioni

6.3. Onde sismiche

6.4. Fronti d’onda e raggi sismici

6.5. Velocità delle onde P nelle rocce

6.6. Attenuazione dell’energia sismica lungo il percorso dei raggi

6.7. Riflessione e trasmissione dei raggi sismici con incidenza normale

6.8. Riflessione e rifrazione di raggi incidenti obliquamente

6.9. Rifrazione critica

6.10. Diffrazione

6.11. Rilevamento delle riflessioni e rifrazioni

6.12. Sorgenti sismiche

6.13. Sistemi di acquisizione dei dati sismici

6.14. Rilevatore sismico (geofono)

7. Metodo sismico a rifrazione

7.1. Introduzione

7.2. Metodi di analisi dei dati di sismica a rifrazione

7.3. Metodi complessi di analisi dei dati di sismica a rifrazione

8. Metodo sismico a riflessione

8.1. Introduzione

8.2. Sorgenti sismiche e loro caratterizzazione

8.3. Acquisizione dei dati: la geometria Common Depth Point (CDP)

8.4. Acquisizione dei dati: la finestra ottimale

8.5. Analisi dei tempi di arrivo

8.6. Correzione di NMO ed analisi di velocità

8.7. Riflettori inclinati e migrazione

9. Cenni sulla tomografia sismica

9.1. Introduzione

9.2. Il problema tomografico inverso

9.3. Metodi di risoluzione

9.4. I metodi iterativi

9.5. Tecniche di acquisizione

9.6. Descrizione di un rilievo sismico

9.7. Principio di Fermat e teoria di Fresnel

9.8. Acquisizione ed elaborazione di dati di tomografia sismica

10. Esempi di applicazione dei metodi geofisici all’archeologia e ai beni culturali

10.1. Introduzione

10.2. Applicazione di metodi elettrici, magnetici ed elettromagnetici per prospezioni archeologiche in area urbana: il caso di Muro Leccese (Lecce)

10.3. Il sito archeologico di Hierapolis (Turchia)

10.4. Rilievi e indagini diagnostiche non distruttive presso l’ex Chiesa di San Francesco della Scarpa in Lecce

10.5. Integrazione dei metodi microgravimetrico e GPR per l’individuazione di una grotta e dei suoi eventuali prolungamenti in un centro abitato

10.6. Indagini geofisiche presso la Domus Nozze d’Argento nel sito archeologico di Pompei

11. Conclusioni

Bibliografia


 
 
 
 
 
 

 
Quantità

  Metti nel carrello
  esamina il carrello

  

  


Geofisica applicata all'archeologia e ai beni monumentali

 

Rilevamento geomorfologico e cartografia

 

Metodi elettromagnetici in geofisica applicata

 

Geologia Forense

 

Terre e rocce da scavo

 

Terre rinforzate

 

Geologia delle frane

 

Fondamenti di geologia per l’ingegneria

 

Realizzare e leggere carte e sezioni geologiche

 

Onde di superficie in geofisica applicata

 

Geologia del Quaternario

 

Difesa delle coste e ingegneria naturalistica

 

Le unità di paesaggio

 

La geologia nella pratica edilizia

 

Geologia del sedimentario

 

La notte dell'Aquila

 

VAS valutazione ambientale strategica

 

Studi e procedure di valutazione impatto ambientale

 

Rischio idraulico e difesa del territorio

 

Rocce sedimentarie

 

Geofisica applicata (II edizione)

 

Smaltimento dei rifiuti solidi urbani

 

Le cave

 

Ambiente urbano

 

Geologia ambientale

 

I suoli della Sicilia

 



   



















 

su GeoExpo

Geologia

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26

 
     
   

Info commerciali:

Dario Flaccovio Editore s.r.l. - tel. 091 6700686 - fax 091 525738 - email 

Info sito web:

GeoExpo by GEO group s.r.l. - tel. 0825 824256 - fax 0825 825363 - email 
   
Home Page geologi.it bar-2
bar-3